Home > News > Il Gruppo Chiesi si unisce all'impegno...

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali
ai sensi del D.L. 30 giugno 2003 n. 196
Inserire il campo email
Inserire un indirizzo email valido
La tua richiesta è stata inviata con successo
Accettare l'informativa sulla privacy

Il Gruppo Chiesi si unisce all'impegno dell'Amministrazione Biden per la decarbonizzazione del settore sanitario

Data: 06/07/2022

Il 30 giugno Chiesi si è unita all'Amministrazione Biden per un evento alla Casa Bianca, con il Dipartimento della salute e dei servizi sociali degli Stati Uniti (Department of Health and Human Services - HHS), dove Maria Paola Chiesi, Shared Value & Sustainability Head del Gruppo Chiesi, e altri colleghi del settore, si sono impegnati a intraprendere azioni significative per ridurre l’impatto ambientale del settore farmaceutico e rendere le strutture sanitarie più resilienti agli effetti del cambiamento climatico.

La Casa Bianca riconosce l'impegno del Gruppo Chiesi per il clima, che va oltre la sottoscrizione del Health Care Sector Climate Pledge dell'HHS, per ottenere progressi ancora maggiori in termini di resilienza climatica ed essere all'avanguardia nella riduzione delle emissioni di gas fluorurati utilizzati in dispositivi comuni come gli inalatori. L’obiettivo dell’azienda è infatti quello di  ridurre l’impronta di carbonio di almeno il 90%.

Come ha dichiarato Maria Paola Chiesi: "La sostenibilità è un percorso di apprendimento e miglioramento continuo che richiede di unire gli sforzi di tutti i settori, sia pubblici che privati, per affrontare una crisi climatica che è, di fatto, una crisi sanitaria. Noi di Chiesi siamo profondamente impegnati a progredire ulteriormente verso i nostri obiettivi di sostenibilità e a continuare a fornire cure di alta qualità ai pazienti. Invito i miei colleghi del settore a firmare l'impegno e a lavorare insieme per un futuro più sano e sostenibile, lo dobbiamo a noi stessi e, soprattutto, ai nostri figli e alle generazioni future".

Nel settembre 2021, 200 riviste mediche hanno indicato il cambiamento climatico come la principale minaccia per la salute pubblica globale. Milioni di persone che vivono negli Stati Uniti subiscono già danni ad esso correlati - con impatto ancor maggiore sulle comunità più svantaggiate e meno tutelate - come periodi più frequenti e intensi di caldo estremo, incendi, inondazioni, malattie trasmesse da parassiti e altri fattori che peggiorano le condizioni di salute croniche[1].

L’ Ufficio per il cambiamento climatico e l'equità sanitaria (Office of Climate Change and Health Equity - OCCHE), parte dell'HHS, ha sviluppato in collaborazione con la Casa Bianca un patto sul clima allo scopo di aiutare le industrie del settore healthcare a trovare una risposta al cambiamento climatico. Oltre a ridurre l'impronta di carbonio, i firmatari si impegnano a produrre piani dettagliati per costruire la resilienza climatica delle loro strutture e comunità.

All'evento alla Casa Bianca hanno partecipato leader di aziende e organizzazioni in rappresentanza di centinaia di ospedali e diversi centri sanitari, nonché aziende farmaceutiche, produttori di dispositivi medici, fornitori e gruppi di acquisto. Secondo l'Assistente Segretaria alla Salute dell'HHS, Rachel Levine, il settore sanitario negli Stati Uniti è responsabile di circa l'8,5% delle emissioni interne che concorrono riscaldamento climatico[2].

 

[1] https://www.kff.org/racial-equity-and-health-policy/

[2] Decarbonizing the U.S. Health Sector — A Call to Action Victor J. Dzau, M.D., Rachel Levine, M.D., George Barrett, M.B.A., and Andrew Witty, B.A.

ocianews.com bahis siteleri casino siteleri tarafbet